OsanyIn e OSANYX

Pagamenti alla consegna

contattare l'assistenza clienti

Spedizione Veloce

24/48 ore

Whatsapp

Da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18

Spedizione Veloce

24/48 ore

Cattiva Digestione: Alla scoperta delle cause di questo disturbo

Introduzione

La cattiva digestione è un disturbo comune che può causare disagio e compromettere la qualità della vita di molte persone. Dal lieve gonfiore allo sgradevole bruciore di stomaco, i sintomi associati a una cattiva digestione possono essere vari e influire negativamente sul benessere generale. Ma quali sono le cause di questo fastidioso disturbo? In questo articolo, esploreremo le principali ragioni per cui soffriamo di cattiva digestione e forniremo suggerimenti su come affrontarla.

Cattive Abitudini Alimentari

Alimentazione poco salutare

Una delle principali cause di cattiva digestione è l’alimentazione poco equilibrata e poco salutare. Consumare cibi ad alto contenuto di grassi saturi, zuccheri raffinati e cibi piccanti può mettere a dura prova il nostro sistema digestivo. Inoltre, mangiare troppo velocemente o in modo eccessivo può causare un sovraccarico dell’apparato digerente, rallentando il processo di digestione.

Stress e ansia

Lo stress e l’ansia possono influire negativamente sul nostro sistema digestivo. Quando siamo stressati, il nostro corpo può produrre più acido gastrico del normale, causando bruciore di stomaco e reflusso acido. Inoltre, lo stress può influire sulle contrazioni muscolari dell’intestino, causando problemi come diarrea o costipazione.

Stile di vita sedentario

Uno stile di vita sedentario può contribuire alla cattiva digestione. L’esercizio fisico regolare aiuta a migliorare la circolazione e a stimolare il sistema digestivo. La mancanza di attività fisica può invece rallentare il transito intestinale e causare problemi come gonfiore e stitichezza.

Problemi digestivi cronici

Alcune persone soffrono di disturbi digestivi cronici, come la sindrome dell’intestino irritabile o la malattia da reflusso gastroesofageo. Questi problemi possono causare sintomi persistenti di cattiva digestione, come gonfiore, dolore addominale, diarrea o costipazione.

Cattive abitudini alimentari

Le abitudini alimentari sbagliate, come mangiare troppo vicino all’ora di andare a letto o saltare pasti, possono compromettere la digestione. Mangiare troppo vicino al momento di coricarsi può causare reflusso acido, mentre saltare pasti può portare a un’eccessiva produzione di acido gastrico.

Come Affrontare la Cattiva Digestione

Oltre a identificare le cause della cattiva digestione, è importante adottare alcune misure per migliorare la salute digestiva. Ecco alcuni suggerimenti utili:

Seguire una dieta equilibrata

Optare per una dieta ricca di frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre può favorire una migliore digestione. Ridurre il consumo di cibi grassi, piccanti e zuccherati può anche aiutare a evitare sintomi di cattiva digestione.

Mangiare lentamente e in piccole porzioni

Mangiare lentamente e masticare accuratamente i cibi può facilitare il processo digestivo. Inoltre, consumare pasti più piccoli e frequenti anziché pasti abbondanti può aiutare il sistema digestivo a lavorare in modo più efficiente.

Gestire lo stress

Praticare tecniche di gestione dello stress, come il rilassamento muscolare, la meditazione o lo yoga, può contribuire a migliorare la salute digestiva. Trovare modi per ridurre lo stress nella vita quotidiana può avere un impatto positivo sulla funzione digestiva.

Fare regolare attività fisica

L’esercizio fisico regolare può aiutare a mantenere un sistema digestivo sano. Anche una breve passeggiata dopo i pasti può favorire il processo digestivo.

Consultare uno specialista

Se i sintomi di cattiva digestione persistono o peggiorano nonostante l’adozione di misure di auto-cura, è consigliabile consultare un medico o uno specialista del tratto digestivo. Possono essere necessari esami e trattamenti specifici per individuare e trattare eventuali disturbi sottostanti.

Conclusioni

La cattiva digestione può essere causata da diverse ragioni, tra cui un’alimentazione poco salutare, lo stress, uno stile di vita sedentario e problemi digestivi cronici. Tuttavia, adottando una serie di abitudini alimentari e di stile di vita salutari, è possibile migliorare la funzione digestiva e ridurre i sintomi associati. Se i sintomi persistono, è sempre consigliabile consultare un professionista medico per una valutazione accurata e un trattamento adeguato.

Dr. Andrea Saccani

Andrea Saccani

Laureato nel 2000 in Scienze Biologiche indirizzo Biomolecolare mi sono occupato inizialmente di ricerca di base in Endocrinologia Sperimentale presso l'Istituto Auxologico Italiano nel gruppo del prof. Cavagnini.

In questo periodo ho approfondito gli studi in ambito nutrizionale seguendo dei corsi specifici sulla Biologia Fisiologia Modellistica della Nutrizione Umana, che mi hanno portato a registrare il mio primo brevetto.
Sono poi entrato nel mondo industriale divenendo il responsabile della ricerca e sviluppo di una biotech italiana focalizzato sullo sviluppo di diagnostici da campo e point-of-care (POCT) per l'agroalimentare, la veterinaria e la diagnostica umana.
Successivamente mi sono occupato dello sviluppo di servizi per il mondo della tutela della salute e del benessere, ed in fine dello sviluppo del business di una biotech italiana capace di moltiplicare cellule vegetali in vitro, e recuperare da queste cellule dei metaboliti secondari di interesse salutistico.
 
Sono stato nel tempo coautore di diversi articoli scientifici internazionali, inventore in alcuni brevetti internazionali e relatore ad alcune conferenze, fra le quali mi piace ricordare:
“La diagnostica: dal laboratorio al campo” presso il Centro Nazionale Ricerche CNR ISA Avellino;
“Il sistema cluster nazionale e regionale per la ricerca e l’innovazione agroalimentare” Evento Roadshow CL.A.N. (CLuster Agrofood Nazionale);
“Expo 2015 - tradizione e innovazione nelle migliori produzioni alimentari” Congresso NUCE 2013 Fiera Milano City MiCo;
 
e due interventi in occasione di EXPO 2015 in collaborazione con un carosello di eventi organizzato dal CNR, dal titolo F4F2 - Future for Food and Food for Future  
 
“Semplicità e invasività dei sistemi diagnostici” EXPO 2015 Piazza Irpinia;

“La qualità del cibo come driver per correggere abitudini nutrizionali errate” EXPO 2015 sede CNR Milano.